AUTOBAHN 3: «Germania 70 pallida madre»

Michele Coralli
Latest posts by Michele Coralli (see all)

“Germania 70 pallida madre”perché il rock tedesco del decennio ’70, il cosiddetto “kraut”, è stato un fenomeno molto ricco e variegato che – contrariamente a quanto si crede – ha avuto germogli autoctoni ed ha dato un impulso fondamentale alla nascita di musiche come la tecno, l’ambient, l’industrial e il noise. Pallida madre (da un noto film di quegli anni) perché questa primogenitura non sempre viene riconosciuta dalla stampa anglocentrica. (Michele Coralli)

[Radio Onda D’Urto, venerdì 18 marzo 2022]

Playlist:

  • Amon Duul II: “Phallus Dei” (excerpt) (1969)
  • Amon Duul II: “Archangels Thunderbird” (1970)
  • Neu: “Hallogallo” (1972)
  • Can: “Vitamin C” (1972)
  • Popol Vuh: “Through Pain to Heaven” (da “Nosferatu”) (1979)
  • Tangerine Dream: “Ultima Tule” (1971)
  • Cluster: “Plus” (1972)
  • Kraftwerk: “Ruckzuck” (1970)
  • Karlheinz Stockhausen: “Inori” (1973-74)
  • Faust: “Mamie Is Blue” (1972)
  • Einsturzende Neubauten: “Die Interimsliebenden” (1993)
  • Baltics: “Mit dir leben” (1969)

3. «Germania 70 pallida madre»

[Radio Onda D’Urto, 18/03/2022]

LINK AL PODCAST!

torna all’indice di AUTOBAHN

Autobahn 3: Germania Ovest (Monaco di Baviera, Düsseldorf, Colonia, Berlino, Wümme). Germania Est (Rostok).

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*