Anthony Braxton Quartet: “Standards (Brussels) 2006”

Michele Coralli

Michele Coralli

Giornalista e scrittore, appassionato di musiche contemporanee, di solitudini marine e di paesaggi montani. Dirige e aggiorna altremusiche.it dal 2002.
Michele Coralli
Anthony Braxton Quartet: “Standards (Brussels) 2006” (6CD, AMRN 014 Amirani Records)

Una “navigazione attraverso la forma” – parafrasando Braxton – che raccoglie in 6 dischi una serie di performance catturate presso il PP Café di Bruxelles tra il 23 e il 26 novembre 2006. I partner del chicagoano sono tutti italiani: Alessandro Giachero al piano, Antonio Borghini al contrabbasso e Cristiano Calcagnile alla batteria. Non sussistono veri e propri dati che ascrivono questa raccolta tra le novità, dato che Braxton ha dato alle stampe molte incisioni con decine e decine di standard jazz rifatti secondo il proprio gusto. Come sappiamo, il rispetto delle tradizioni e del loro specifico linguaggio musicale è un dato di fatto indiscutibile nell’universo estetico-filosofico del sassofonista. Ragion per cui si può passare anche in questo caso con assoluta nonchalance dai più composti autori come Woody Herman e John Lewis, ai più progressivi Eric Dolphy o Thelonious Monk. Va detto però che la presa del suono di questi standard belgi appiattisce un po’ troppo i quattro e finisce con l’evocare quel locale fumoso di tanti ’round midnight del passato, suggestivo ma rétro.

da «Blow Up» n129, febbraio 2009 © Michele Coralli

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*