Musica stupefacente – Quarto “Labirinto” radiofonico

Michele Coralli

Con la ripresa dei Labirinti Musicali dopo la pausa estiva, torno ad occuparmi di “racconti radiofonici”, questa volta attorno a un mondo che ha generato un’enorme creatività artistica, come quello legato all’uso di sostanze allucinogene. E chi meglio di Albert Hofmann, l’inventore dell’LSD, ci poteva regalarci spunti per muovere alcune riflessioni sonore che potessero legarsi alle sue esperienze fatte in tantissimi anni di studi, esperimenti e pratiche consapevoli? Il vecchio “Millelire” di Stampa Alternativa “Viaggi Acidi – Albert Hofmann intervistato da Pino Corrias” (1992), vero e proprio libretto cult della controcultura italiana, è stato il perfetto punto di partenza per lo storyboard di questa trasmissione dal titolo “Musica stupefacente“, andata in onda il 4 ottobre 2020 a Radio Popolare.

Con le miei scelte musicali ha cercato di creare un trait d’union tra ambiti certamente lontani, seppur legati tra loro da una comune visionarietà, in certi casi indotta dall’uso di sostanze, in altri assolutamente no. Ma questo ci sembra secondario in quanto l’ARTE (se davvero è tale) è sempre visionaria e i tutti musicisti, messi insieme in questa cordata, lo sono uno più dell’altro.

Questa la scaletta dei brani di “Musica stupefacente”:

  1. King Crimson: Moonchild da “In the Court of the Crimson King” (1969);
  2. John Coltrane: Naima da “Giant Steps” (1960);
  3. Hector Berlioz: Songe d’une nuit du sabbat dalla “Symphonie fantastique” (1839), esecuzione Colin Davis e la Concertgebouw Orchestra;
  4. Pink Floyd: Bike da “The Piper at the Gates of Dawn” (1967);
  5. Fausto Romitelli: Hellucination 1_Drowningirl da “An Index of Metals” (2003), esecuzione Ictus Ensemble;
  6. Alexander Skjabin: Vers la flamme (1914), esecuzione Vladimir Horowitz;
  7. Wolfgang Amadeus Mozart: Romanza dal Concerto per pianoforte e orchestra in re minore, K 466 (1785), esecuzione di Friedrich Gulda e la Munich Philharmonic Orchestra;
  8. Montaggio di cori dei marines da Full Metal Jacket di Stanley Kubrick (1987);
  9. Velvet Underground: Heroin da “The Velvet Underground & Nico” (1967)
  10. Karlheinz Stockhausen: Mittwochs-Gruß da “Mittwoch aus Licht” (1995-97)
  11. The Beatles: Magical Mystery Tour da “Magical Mystery Tour” (1967)

LINK AL PODCAST SCARICABILE DAL SITO DI RADIO POPOLARE

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*