Loize Lebic, Franco Donatoni, Fabio Nieder, Bruno Strobl, Pavle Merkù, Giampaolo Coral / Luisa Sello: “Prime”

Michele Coralli

Michele Coralli

Giornalista e scrittore, appassionato di musiche contemporanee, di solitudini marine e di paesaggi montani. Dirige e aggiorna altremusiche.it dal 2002.
Michele Coralli
Loize Lebic, Franco Donatoni, Fabio Nieder, Bruno Strobl, Pavle Merkù, Giampaolo Coral “Prime” (Rivoalto, CRR2009, 2000)

Una raccolta di “prime registrazioni assolute” che sintetizza alcune sensibilità contemporanee in una serie di opere scritte tra il 1987 e il 1999. Si inizia con il compositore sloveno Lojze Lebic con Aprilske vinjete chalumeau III, opera dai toni evocativi ed espressionistici, densa di momenti virtuosistici. Segue Luci per flauto in sol (brano dedicato a Luciano Berio) di Franco Donatoni, dai contrastanti colori diafiani e astratti. Wäldgshroa (ossia “grido del bosco”) di Fabio Nieder è un brano che svela una natura quasi rapsodica nelle sue evocazioni silvane. S.A.E. with Expansion di Bruno Strobl si genera a partire da una semplicissima cellula tematica (es-a-e ovvero mi bemolle-la-mi), in una suggestiva espansione intonata dal flauto basso. I Tre canti per Luisa di Pavle Merkù costituiscono l’opera più “antica” (1987). Si tratta di brani dall’ispirata vena lirica, non estranei a procedure dodecafoniche e alla composizione di rebus musicali. Chiudono la raccolta Terracotta di Nieder ed Esorcismo del serpente marino di Giampaolo Coral, unico brano sovrainciso per flauto e flauto basso. Luisa Sello, eccezionale interprete, riesce qui a mantenere sempre viva l’attenzione dell’ascoltatore con un suono in ogni momento coinvolgente e ricco di sfumature.

da: “Amadeus”, n.139, 2001. © Paragon / Michele Coralli

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*