iXem per la sperimentazione elettronica in Italia

Foto: Sara Capatti e Fabio Selvafiorita

A poco più di un anno dalla sua nascita, il collettivo iXem (italian eXperimental electronic media), con alle spalle già una fitta serie di eventi, ha recentemente attivato due importanti iniziative che riguardano tutti coloro che operano creativamente e sperimentalmente nel campo delle arti elettroniche.

La principale iniziativa è Live!iXem 2004, un concorso nazionale di musica e arti elettroniche sperimentali: è rivolto a tutti coloro che operano creativamente e sperimentalmente avvalendosi di suoni e immagini (su qualunque supporto) al fine di realizzare performances dal vivo. Si tratta di un’iniziativa organizzata dall’Associazione Antitesi, Centro di autodocumentazione, ricerca e sviluppo per l’arte nuova in collaborazione con iXem, volta a fornire una panoramica sullo stato attuale della musica e delle arti elettroniche sperimentali in Italia. Tale iniziativa, organizzata secondo i meccanismi di un contest, si concretizza nella realizzazione di un DVD catalogo che rappresenterà un documento di consultazione audiovisivo, permanente, informativo e divulgativo dei lavori e degli artisti selezionati e partecipanti al concorso. Il DVD conterrà la documentazione integrale di una registrazione live di ognuno dei sei artisti/gruppi selezionati con una dettagliata scheda di presentazione dei singoli progetti. I sei artisti/gruppi vincitori del concorso saranno gli stessi che, in previsione della realizzazione, a Palermo entro l’autunno 2004, di una rassegna dal vivo intitolata Live! iXem 2004, verranno invitati a presentare i lavori dal vivo.

La seconda importante iniziativa, si chiama ElectricGarden e consiste in una sorta mappatura delle realtà italiane che si muovono nell’ambito delle arti sperimentali elettroniche. Lo scopo di ElectricGarden non è solo quello di realizzare un censimento nazionale, ma è anche quello di offrire una piattaforma di scambio e di incontro per chi sul territorio nazionale si occupa di sperimentazione elettronica.

Per comprendere l’importanza e la funzione di queste due iniziative è sicuramente utile spendere qualche parola in più su iXem, che rappresenta un network di artisti e musicisti italiani interessati alla sperimentazione nelle arti e nella musica contemporanea. iXem In particolare si rivolge a tutti coloro che in Italia si occupano di arte e musica a scopo non commerciale e con una prevalenza degli elementi sperimentali. Ciò significa che comprende e riguarda non solo chi sta già lavorando per iXem ma anche tutti coloro che oggi operano con difficoltà in questo campo. Per affrontare grossi temi è necessaria una presa di posizione comune soprattutto all’interno della comunità di persone coinvolte in modo fattivo nel processo creativo. Da questa consapevolezza gli aderenti a iXem puntano sulla eterogeneità e sulla convergenza. Eterogeneità stilistica, estetica, comportamentale e dell’esperito ma convergenza verso la creazione di un terreno, di un pensiero condivisibile, dove valori umani e artistici vengano rispettati ed alimentati.

Su un piano più pratico, iXem permette anche lo scambio di conoscenze musicali/artistiche-estetiche attraverso strumenti come i forum, i sondaggi, la compilazione di CD interni, l’organizzazione di incontri e il proprio patrocinio per la promozione di eventi e concerti.
Il rincipale strumento di comunicazione è il forum attraverso cui conoscersi e valutare la possibilità di avanzare proposte, dibattiti o attivare nuovi forum attraverso una proposta coerente nell’ambito della sperimentazione artistica e sonora. iXem è nato da una personale iniziativa, che, fondando un forum nel febbraio 2003, si è rivolto tramite il passa parola, al maggior numero possibile di musicisti sperimentali ed elettronici italiani al fine di trovare un orientamento comune per arginare il trattamento differenziato che alcuni festival riservano per i musicisti italiani e quelli stranieri.

Da questo spunto iniziale sono emersi ulteriori temi di confronto e la necessità di incontrarsi, per conoscersi, discutere, gettare le basi per i futuri progetti e suonare insieme. Il primo importante incontro si è tenuto in occasione del festival fiorentino Superfici Sonore, che nel giugno 2003 ha organizzato insieme a iXem tre giorni di concerti e dibattiti.

I componenti di iXem si stanno attualmente dedicando anche ad altre attività di utilità comune: il miglioramento del forum, l’arricchimento del sito internet, la preparazione di CD promo interni, e progetti sonori comuni. Nutriamo però ancora la necessità di unire gli sforzi per trovare un’identità comune e adottare una linea comportamentale compatta, che miri a restituire la dignità agli sperimentatori italiani e ad attirare su di essi la dovuta attenzione da parte del pubblico e degli organizzatori.

maggio 2004 © altremusiche.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*