Die Like A Dog Quartet: “Aoyama Crows”

Michele Coralli
Latest posts by Michele Coralli (see all)
Die Like A Dog Quartet: “Aoyama Crows” (FMP, Cd 118, 2002)

Il “gruppo-tributo ad Albert AylerDie Like A Dog, nato su progetto di Peter Brötzmann, che ha raccolto attorno a sé musicisti di primo piano come Hamid Drake, William Parker e Toshinori Kondo, ci si ripresenta con una registrazione tratta dall’annuale Total Music Meeting di Berlino (in questo caso del 1999). Il quartetto, nato con quel “Fragments of Music, Life and Death of Albert Ayler” (1993, FMP), ripercorre la falsa riga di quelle precedenti esperienze, devote ad un linguaggio aspro, a tratti lancinante. Il set qui proposto comprende quattro composizioni di Brötzmann a forte carattere improvvisativo, che lasciano ampi spazi al clarinetto e sax tenore del tedesco e alle taglienti rasoiate del trombettista giapponese Kondo, unico ad utilizzare dei supporti elettronici applicati al proprio strumento. I due si lanciano in interminabili duetti, trascinati dall’instancabile sezione ritmica, messa in pulsazione dai muscolari Parker e Drake. Quest’ultimo dimostra ancora una volta la stratificazione incredibile del suo drumming, potente e complesso (altro che i soliti titillatori che puntualmente ritroviamo nelle confezioni di certo ben noto “spiritual jazz”). Il Die Like A Dog Quartet produce una musica sanguigna, di non facile assimilazione, completamente devota alle migliori tradizioni del free. Colori, segni, abbozzi sono gettati con impeto sulla tela come in un action painting, il cui impatto non risulterà forse nuovo, ma, certamente, non ancora digerito dai più.

2002 © altremusiche.it

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*