Karl Amadeus Hartmann: “Funèbre”

Michele Coralli
Karl Amadeus Hartmann: “Funèbre” (ECM, New Series 1720-2, 2000)

A volte si ha l’impressione che Manfred Eicher giri in quelle biblioteche dei Conservatori a scartabellare tra le vecchie partiture in cerca di titoli archiviati sotto “elegie”, “funerali”, “compianti” e “rappresentazioni della morte”.

Ironie a parte, questo Funèbre raccoglie alcune composizioni di un musicista appartato e poco noto: Karl Amadeus Hartmann, nativo di Monaco di Baviera e allievo di Webern. In equilibrio tra le forze propulsive del Novecento, dal tardo-romaticismo al neoclassicismo, dall’avanguardia espressionistica all’atonalità, Hartmann ha dato vita ad un cospicuo catalogo di opere sinfoniche. In questo caso quelle maggiormente legate al poema sinfonico straussiano come Concerto funebre, la Quarta Sinfonia e Kammerkonzert, qui in esecuzione da parte di Müchener Kammerorchester diretta da Chirstoph Poppen.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*