testata
home comunicazione sala stampa progetti booking shop contatti
index webmag:

altri materiali

Alessandra Novaga
Talos Festival 2014
Charlie Haden
TAI Fest
Luc Ferrari
Roscoe Mitchell Quartet
Murakami Haruki
Morton Feldman
Sylvano Bussotti
Mullova-Labeque
Soriba Kouyate
Mario Brunello
Quadrilatero elettronica a 4 dimensioni
Setola di maiale
Iva Bittova
Rob Mazurek Octet
Giovanni Verrando
Heiner Goebbels
Fred Frith Cosa Brava
Jim McAuley

p r o m o s s i d a a l t r e m u s i c h e . i t :

Dopo la fortunata prima edizione del 2012-13 Fondazione Gioventù Musicale d’Italia è lieta di annunciare il ritorno dei live a cura dell’Ensemble Sinestesia GMI, una nuova compagine che lavora attorno a spettacoli di contaminazione sensoriale capaci di mescolare dinamiche di esecuzione composita in aperto dialogo con ogni campo del sapere umanistico e della conoscenza filosofica e scientifica.
Il primo della nuova serie di spettacoli vede il ritorno dell’Ensemble Sinestesia al Planetario di Milano, VENERDI' 17 APRILE, per eseguire melodie celesti in grado di evocare miti ancestrali, da rintracciare in filigrana tra i cieli stellati di epoche lontane. (Musiche di Arvo Pärt, Alan Hovhaness, Urmas Sisask e Girolamo Frescobaldi)

http://www.jeunesse.it/news?news_id=141


Un esperimento audace è quello che avrà luogo GIOVEDI' 7 MAGGIO alle ore 21 presso il Teatro Verdi di Fiorenzuola d’Arda (PC). Il pianista genovese Massimiliano Damerini si cimenterà nell’esecuzione (in prima assoluta) della Sonata n.5, una Sonata per pianoforte della durata da Guinness di 7 ore, la più lunga mai scritta, che verrà eseguita in una versione “breve” di 3 ore.

http://carloalessandrolandini.jimdo.com/il-concerto-del-7-maggio-2015/

r e c e n s i o n i :

i nostri LP:
 
altremusiche.it [arte sonora & comunicazione] online dal febbraio 2002

I materiali contenuti in questo sito sono protetti da ©opyLEFT. Chiunque riproduca, distribuisca o comunichi articoli o recensioni è tenuto a seguire i codici legali previsti dalle licenze Creative Commons.
Gli elementi grafici utilizzati come sfondo sono ©Basiliola Leitenburg ©Roberta Gober e ©Bruno Ciccarelli.